Così ha insegnato Pio IX proclamando il dogma dell’Immacolata Concezione. Ma è ancora più bella se ci si immerge immedesimandosi con i sentimenti di Maria. Questo procedimento è molto bello e fa sentire il Rosario come uno strumento che aiuta a mettere la nostra vita in preghiera. È bello portare nel cuore di questa preghiera i problemi delle nostre famiglie, di alcune persone care, della società, del Chiesa, del mondo intero. Quando Dio volle rinnovare la faccia della terra, cominciò col mandare su di essa l’acqua fecondatrice della Salutazione angelica; predica il mio Salterio, composto di 150 salutazioni angeliche e di 15 Pater noster, ed otterrai così una messe abbondante’. Una lontana eco di campana giunse ai miei orecchi e mi scosse; sonava l’Angelus del mezzodì. Con esso il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all’esperienza della profondità del suo amore. Nella piccola chiesa di quella località malavitosa Bartolo Longo espose alla venerazione dei fedeli una immagine della Madonna del Rosario, donatagli dallo stesso p. Radente. Sotto questo aspetto è una preghiera semplicissima e proprio per questo accessibile a tutti. Con esso il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all’esperienza della profondità del suo amore. Si noti l’affermazione centrale: “Quando Dio volle rinnovare la faccia della terra, cominciò col mandare su di essa l’acqua fecondatrice della Salutazione angelica”. “In ogni cosa rendete grazie; questa è infatti la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi” (1 Ts 5,18). Tuttavia la menzione particolare della Madonna non può essere semplicemente coreografica. Il testo sacro, oltre a indicarne la presenza, non dice altro. Il grazie rinnova lo stupore e il senso di gratuità del dono. Ecco qui la pratica di quello che in seguito sarà chiamato il santo Rosario: si tiene in mano una cordicella per contare le Ave Maria, si medita e si recita la preghiera. CONSEGNA CON CORRIERE IN 24-48 ORE ... Libretto Il Santo Rosario illustrato contenente testi tratti dalla lettera apostolica Rosarium Virginis Mariae del Sommo Pontefice Giovanni Paolo II ed immagini a colori relative ai Misteri. La preghiera contemplativa tocca qui uno dei suoi punti più alti, perché si è all’unisono col pensiero e con il cuore di Cristo. Non solo il cielo ha raccomandato il Rosario ma anche tutti i Papi del ‘900, a partire da Leone XIII, hanno insistentemente chiesto di pregare col Rosario. La ripresentazione della scena va fatta nella consapevolezza che Cristo in tutti gli attimi della sua esistenza ci ha tenuti costantemente presenti, perché in forza della sua perfettissima scienza personalmente ci vedeva, ci amava, e compiva le sue azioni salvifiche per ognuno di noi. Ci farà da Avvocata. È il coronamento di un cammino interiore, che ha portato il fedele a contatto vivo con il mistero di Cristo e della sua Madre Santissima” (Rosarium Virginis Mariae, 37). “Fra Domenico aveva l’usanza di passare molto spesso la notte in chiesa e pregava molto e, pregando, piangeva e mandava gemiti” (Deposizione di fra Rodolfo da Faenza, 31). Immergersi nei sentimenti di Cristo quando compiva i suoi atti salvifici è senz’altro una bella cosa. Nel testo si legge che il Sacerdote le benedice chiedendo a Dio di “infondere in esse una forza così grande dello Spirito Santo affinché chiunque le porta con sé, o le tenga devotamente in casa, e preghi con esse contemplando i divini misteri cresca sempre più in un salutare e perseverante trasporto o devozione; sia liberato sempre e dovunque nella vita presente da ogni nemico visibile e invisibile, e uscendo da questo mondo meriti di essere presentato a Dio pieno di buone opere dalla stessa beatissima Vergine Maria, sua Madre”. Set next to the Gherardesca Gardens, Casa per Ferie Regina Santo Rosario offers accommodation in Florence, 12 minutes’ walk from the Cathedral and the Baptistery of St. John. Maria non permette che chi porta devotamente con sé la corona del Rosario e soprattutto che lo recita, viva in contraddizione con le esigenze della vita cristiana. In altre forme di preghiera, compresa quella liturgica, è necessario seguire il significato dei riti e delle parole. In genere si nota che coloro che pregano con il Rosario sono anche fedeli all’Eucaristia domenicale e talvolta anche a quella quotidiana, si confessano, praticano le penitenze stabilite dalla Chiesa, sono obbedienti ai Pastori che lo Spirito ha posto a pascere il gregge… Pregate il santo rosario ogni giorno Meditare col Rosario significa consegnare i nostri affanni ai cuori misericordiosi di Cristo e della Madre sua” (Rosarium Virginis Mariae, 15). Nel cenacolo è riunita la Chiesa nascente ed è in attesa dell’effusione dello Spirito Santo promessa da Gesù. In fondo la recita materiale del Pater e delle Ave Maria è ordinata a farci sostare nella contemplazione della vita di Gesù. Mediante il Rosario il credente attinge abbondanza di grazia, quasi ricevendola dalle mani stesse della Madre del Redentore” (Rosarium Virginis Mariae, 1). In questo documento il Pontefice dichiara, per la prima volta, che per lucrare le indulgenze del Rosario è indispensabile la meditazione di misteri, che gli fissa in quindici. Il Rosario non sostituisce il Vangelo, ma parte dal Vangelo, lo presuppone. S. Domenico “si dava di propria mano la disciplina tre volte per notte con una catena di ferro: la prima per sé, la seconda per i peccatori che vivevano nel mondo, la terza per quelli che soffrivano nel purgatorio” (cfr. Fu proprio il p. Radente, grande devoto di Maria, a trasmettergli la devozione alla Vergine del Rosario. Semplicemente si vuol dire che non ha pregato con il Rosario, perché il Rosario è un’altra cosa. Essi prolungano nella nostra vita quanto hanno fatto nella vita di Gesù e di Maria. È stato detto giustamente che la recita del Rosaio è come continuare la sconfitta di Satana schiacciato dal piede della Vergine, allontanato dalla presenza salvatrice di Cristo operante nei suoi misteri. Santa Teresa d’Avila era solita dire che nella preghiera conta di più l’amare che il pensare e che è più meritoria la preghiera fatta con una santità più grande. E se questa contemplazione si prolunga, significa solo che si sta pregando bene e con gusto. In proposito Giovanni Paolo II ha scritto: “Il Rosario… è una preghiera spiccatamente contemplativa. L’azione di grazie è, in sé, un atto di giustizia verso Dio, un debito che abbiamo verso di lui. Chi propaga il Rosario è salvo! Santo Rosario meditato: meditazioni di don Leonardo … Il 17 settembre 1569 emanò la bolla “Consueverunt romani pontifices”, considerata la “magna charta del Rosario”. Nella contemplazione dei misteri si devono fare essenzialmente tre cose: la ripresentazione dell’evento di salvezza (mistero), il ringraziamento per l’evento compiuto da nostro Signore, la supplica a Dio in virtù dell’evento compiuto. Ave Maria! Tralasciando per ora le rivelazione del Beato Alano de la Roche, riportiamo invece quanto sull’origine del Rosario scrive il P. Mortier, storico dell’Ordine: “I contemporanei di S. Domenico ed i primi scrittori domenicani non fanno riferimento al Rosario tra le devozioni dell’ordine perché a quell’epoca il Rosario non era, rigorosamente parlando, una devozione, un metodo speciale di preghiera, ma era invece uno speciale metodo di predicazione. Nella contemplazione dei misteri del Rosario Cristo passa accanto alla nostra vita. Il Rosario è una preghiera antica e molto amata da numerosi santi e incoraggiata dal Magistero. Per questo, provvede prima a purificarsi: “Lavo nell’innocenza le mie mani e giro attorno al tuo altare, Signore, per far risuonare voci di lode e per narrare tutte le tue meraviglie” (Sal 26,7). Maggio è il mese tradizionalmente dedicato alla Madonna e al Santo Rosario. Inoltre nel Padre nostro si fa cenno agli angeli quando si dice: “sia fatta la tua volontà come in cielo…”. La Casa per Ferie Regina del Santo Rosario è una struttura religiosa che accoglie persone da tutto il mondo, laiche e religiose, che vogliono trovare un ambiente tranquillo. It features free WiFi throughout. I Sacramenti sono le celebrazioni esteriori che distinguono i cristiani dai non cristiani. Leone XIII, nell’enciclica Jucunda semper, scrive: “S. Per questo si può dire che le invenzioni di Maria sono tutte invenzioni di amore, di scienza e di santa speranza. Vigeva il coprifuoco e le Messe di Natale vennero abolite. 17). Da allora la sua predicazione e i suoi scritti non ebbero altro scopo che far conoscere questa forma di preghiera. Non ci mostra soltanto quello che ha fatto, ma intende comunicarci la grazia legata a vari eventi della sua vita. Sembrerebbe inconcepibile che il grande Predicatore spagnolo non sapesse che ogni grazia passa attraverso le mani di Maria, anche quella dei frutti della predicazione, vale a dire la grazia della conversione dei cuori a Cristo. Quando finalmente lo dà alla luce a Betlemme, anche i suoi occhi di carne si portano teneramente sul volto del Figlio, mentre lo avvolge in fasce e lo depone nella mangiatoia (cfr Lc 2,7)” (Rosarium Virginis Mariae, 10). San Michele Arcangelo a Luz de Maria de Bonilla il 21 dicembre 2020: Amato popolo di Dio: Receive the blessing coming from the Father’s House. Attraverso i segni viene coinvolto il corpo, per mezzo della grazia santificante viene coinvolta l’anima. Da quel momento il servo di Dio cominciò a predicare questa devozione, la fece conoscere al popolo e ottenne la conversione di moltissime anime”. Pregare insieme iffi aiuta la famiglia ad essere più unita, serena e fedele al Vangelo. Non è andar distratti se nel Rosario si pensa ai propri problemi, purché si cerchi di illuminarli con la luce del Vangelo. Pio XII celebrò una sola solenne Messa nel pomeriggio del 24 dicembre a San Pietro. I testi, brevi e immediati, accompagnano la preghiera con semplicità e profondità. It features free WiFi throughout. In altre parole, il Rosario, sebbene non sia un’azione liturgica della Chiesa, prolunga nella nostra vita, anche al di fuori delle celebrazioni liturgiche, lo spirito della Liturgia. In quanto strumento di conteggio, che scandisce l’avanzare della preghiera, la corona evoca l’incessante cammino della contemplazione e della perfezione cristiana. Il 7 ottobre 1571, che in quell’anno cadeva di domenica, le forze cattoliche unite vinsero a Lepanto (Grecia) contro i turchi una dura battaglia navale, decisiva per le sorti di tutto l’Occidente. ATTENTI ALLE “CATENE SANTANTONIO”. Con questo, non si vuole concludere che chi fa così non prega. bellezza di fermarsi insieme a meditare, con Maria, i misteri gioiosi, dolorosi e gloriosi della nostra Redenzione, e così santificare i momenti lieti e quelli dcili della vita quotidiana. Mi prostrai e articolai la prece che in quell’ora un mondo di fedeli volge a Maria. Lo scopo di questo libretto, dunque, è quello di pregare ogni giorno individualmente o comunitariamente, il santo Rosario per la missione apostolica del nostro amato papa Francesco, Pastore universale della Chiesa che vive nella serie ininterrotta e legittima dei suoi predecessori nella sede apostolica di Roma, e per l’uomo, affinché ritrovi la fede, quella fede che ci riconcilia con Cristo. Mediante il Rosario il credente attinge abbondanza di grazia, quasi ricevendola dalle mani stesse della Madre del Redentore. Era l’ultima lotta, disperata lotta. P. Lippini, S. Domenico visto dai suoi contemporanei, p. 465). La gioia immensa che si destò negli angeli quando si compì il grande mistero dell’incarnazione di Dio si rinnova negli spiriti celesti ogni volta che viene onorata la loro e la nostra Regina. 4) per acquistare l’indulgenza plenaria si richiede che sia escluso qualsiasi affetto al peccato, anche veniale; Se lo Spirito Santo è stato dato nel giorno di Pentecoste in maniera così abbondante e strepitosa lo si deve in modo particolare anche alla preghiera di Maria. Ma com’è stato possibile tutto questo? Per offrirti il miglior servizio possibile, in questo sito utilizziamo i cookies, scorrendo la pagina o continuando la navigazione ne autorizzi l'uso. Per la qual cosa ò impetrato dal mio Figliolo che nessuno nell’Ordine tuo possa lungo tempo vivere con alcuno mortale peccato, che ovvero presto si penta ovvero che sia cacciato fuora acciocché non maculi l’Ordine mio” (Vitae Fratrum, 121, ed. Set next to the Gherardesca Gardens, Casa per Ferie Regina Santo Rosario offers accommodations in Florence, 12 minutes’ walk from the Cathedral and the Baptistery of St. John. “In certo modo” lo si può rivivere “anche in ogni altro devoto approccio a quegli eventi: «farne memoria», in atteggiamento di fede e di amore, significa aprirsi alla grazia che Cristo ci ha ottenuto con i suoi misteri di vita, morte e risurrezione”. Qui no. Dopo la Liturgia, che cosa c’è allora di più bello e di più salutare del Rosario? 2) all’orazione vocale si deve aggiungere la pia meditazione dei misteri; Ci dispiace, il tuo blog non consente di condividere articoli tramite e-mail. La preghiera fatta assieme è un momento prezioso per rendere ancora più salda la vita familiare, l’amicizia! Buy Scritture per meditare il Rosario by Gobbini, Paolo (ISBN: 9781793063717) from Amazon's Book Store. San Luigi Maria Grignion de Montfort, missionario della gente comune, racconta i miracoli e le conversio-ni ottenute per mezzo della recita del santo Rosario. “Se è vero -gridai – che Tu hai promesso a San Domenico che chi propaga il Rosario si salva, io mi salverò, perché non uscirò da questa terra di Pompei senza aver qui propagato il tuo Rosario”. Sarebbe bello se si recitasse assieme in famiglia, con gli amici, in Parrocchia, il santo Rosario o qualche preghiera a Gesù e alla Vergine Maria! Poggiomarino è testimone: Padre Bruno era già santo in terra. Ogni azione e ogni preghiera di Maria era animata da tale santità e da tale grado di amore. Si concede invece l’indulgenza parziale nelle altre circostanze. “A distanza di venticinque anni, ripensando alle prove che non sono mancate nemmeno nell’esercizio del ministero petrino, mi sento di ribadire, quasi come un caldo invito rivolto a tutti perché ne facciano personale esperienza: sì, davvero il Rosario «batte il ritmo della vita umana», per armonizzarla col ritmo della vita divina, nella gioiosa comunione della Santa Trinità, destino e anelito della nostra esistenza” (Rosarium Virginis Mariae, 15). Il sole con il suo splendore illumina tutto, della gloria del Signore è piena la sua opera. L’elemento spirituale consiste nella contemplazione del mistero. Se vogliamo muovere il cuore di Dio a nostro favore, che cosa c’è di più bello che ringraziarlo per i doni che ci ha dato e di supplicarlo chiedendo esplicitamente quello che Lui stesso ha chiesto per noi, accompagnandolo con i suoi meriti preziosissimi e infiniti? Le Missionarie della Divina Rivelazione desiderano invitarvi per pregare insieme con la recita del Santo Rosario … La devozione a Maria santissima come mezzo straordinario per vivere la chiamata alla santità. Papa Paolo V, scrivendo al vescovo di Treviso, dice che il Rosario è l’erario delle grazie. Vergine, inaugurò un nuovo metodo di predicazione: incominciò cioè ad esporre ai popoli i misteri della fede uno ad uno; e perché la sua parola fosse più facilmente da Dio benedetta, introdusse l’uso di interrompere la predicazione con la recita del Pater noster e dell’Ave Maria, così la spiegazione di ciascun mistero era intercalata da un po’ di preghiera… Il Rosario non sarebbe stato dunque in origine che un nuovo genere di predicazione… Questo metodo di predicazione si trasformò a poco a poco…in una formula di preghiera”. Numero pagine 24. non ci sono opinioni per questo prodotto. Tutti si dispongono alla venuta dello Spirito nel medesimo modo in cui i giusti dell’Antico Testamento attendevano la venuta del Redentore, e cioè pregando. Siamo fieri di essere Cattolici Romani e cooperatori della Verità! Essa fa ancora parte del libretto con il testo del Santo Rosario che abbiamo distribuito in questi anni. L'articolo non è stato pubblicato, controlla gli indirizzi e-mail! Essi toccano l’uomo nella sua totalità di anima e di corpo. Nella contemplazione dei misteri infine siamo chiamati a pregare per i meriti acquistatici da Gesù, soprattutto per quelli procuratici dall’evento da Lui compiuto: affinché tanta fatica non sia vana (ne tantus labor fit cassus). La grazia più preziosa poi consiste nell’essere presentati da Lei stessa a Dio nel giorno del giudizio. Il Rosario, quindi, è una via che ci aiuta a contemplare il volto di Cristo con lo sguardo e il cuore di Maria. A Lourdes la Madonna, nelle varie apparizioni, ha sempre tenuto in mano la corona del Rosario. Essa allora gli rispose: ‘Non meravigliarti se fino ad ora hai ottenuto così poco frutto dalle tue fatiche, perché hai seminato in un terreno sterile, non ancora bagnato dalla rugiada della divina Grazia. “Se la Liturgia, azione di Cristo e della Chiesa, è azione salvifica per eccellenza, il Rosario, quale meditazione su Cristo con Maria, è contemplazione salutare. Ci si accorge subito che una tale maniera di pregare è davvero bella, fruttuosa, ricca di tanti illuminazioni e di ardore affettivo. Neppure i santi del Signore sono in grado di narrare tutte le sue meraviglie, ciò che il Signore onnipotente ha stabilito perché l’universo stesse saldo a sua gloria” (Sir 42,15-17). A cura del domenicano Padre Angelo Bellon, riportiamo integralmente il testo (vedi qui pagina originale) sulla meditazione per il Santo Rosario di Maria. Così la semplice preghiera del Rosario batte il ritmo della vita umana” (Rosarium Virginis Mariae, 2). La loro preghiera possiede alcune qualità molto preziose: anzitutto pregano con cuore unanime e senza divisioni, come ha insegnato a fare il Signore quando ha detto: “Se dunque presenti la tua offerta all’altare e lì ti ricordi che tuo fratello ha qualche cosa contro di te, lascia lì il tuo dono davanti all’altare e va prima a riconciliarti con il tuo fratello e poi torna ad offrire il tuo dono” (Mt 5,23 24). E, senza dubbio, non vi è migliore maniera di ripresentare alla nostra mente l’evento di salvezza che immergersi nei sentimenti di Gesù, che è il protagonista di ogni evento, e di rivivere quello che Egli stesso ha vissuto in quel frangente. Egli ricorda come “questo religioso avesse il piissimo costume di salutare mille volte al giorno, insieme con l’Angelo (“millesies in die, devota mente et ore sancto, cum angelo”), la Beata Vergine, verso la quale era portato ad una speciale devozione, e della cui dolcissima salutazione non poteva mai saziarsi (cuius salutatione dulcissima non poterat satiari)… Recitare il Rosario, infatti, non è altro che contemplare con Maria il volto di Cristo” (Rosarium Virginis Mariae, 3). L’avvocato Bartolo Longo (1841.1926), beatificato da Giovanni Paolo II nel 1980, è un mirabile esempio di devozione alla beata Vergine del Rosario. Ad esempio, ricorda come un giovane ottenesse dalla Beata Vergine la grazia di vincere le sue passioni recitando dapprima cinquanta volte la salutazione angelica (Ave Maria), e poi centocinquanta, vale a dire l’intero “Salterio” mariano. Meditazioni su tutti i misteri del santo Rosario della Beata Vergine Maria di don Leonardo Maria Pompei Come l’Eucaristia è il memoriale della vita, della passione, morte e risurrezione di Gesù, così il Rosario mette in comunione vitale con tutti gli eventi della redenzione. Il Gloria al Padre è una ferita all’orgoglio sconfinato dell’inferno, è come un colpo mortale al suo cuore. In quel capitolo e in altre parti della stessa opera l’autore ricorda che molti del suo tempo coltivavano la devozione di recitare la salutazione angelica per cento o per cinquanta volte al giorno; e taluni anche per mille volte! Tutto era avvolto in quiete profonda. Difatti, sullo sfondo delle parole Ave Maria passano davanti agli occhi dell’anima i principali episodi della vita di Gesù Cristo” (Rosarium Virginis Mariae, 2). 3) per acquistare l’indulgenza plenaria è necessario adempiere queste tre condizioni: confessione sacramentale, comunione eucaristica e preghiera secondo le intenzioni del sommo pontefice; queste tre condizioni possono essere adempiute parecchi giorni prima o dopo la recita del Rosario; tuttavia conviene che la comunione e la preghiera secondo le intenzioni del sommo pontefice siano fatte nello stesso giorno in cui si dice il Rosario; Il terzo gruppo (i cinque gloriosi) ci presentano la gloria di Gesù: 1. Né ci si deve far scrupolo se, enunziando un nuovo mistero, si continua la contemplazione del precedente. Chi assimila il mistero di Cristo – e il Rosario proprio a questo mira –, apprende il segreto della pace e ne fa un progetto di vita». Sacramento viene da dire insieme con S. Tommaso: muto s’umilia tutto il pensier mio (tibi se cor meum totum subicit quia te contemplans totum deficit). CULTURA/FILOSOFIA/POESIA/LETTERATURA/LIBRI, Quattro anni di Papa Francesco. In un momento di abbattimento, dovuto al poco frutto che la sua parola aveva in mezzo agli eretici, S. Domenico, non senza inspirazione della SS. Nei giorni tra l’ascensione e la Pentecoste, insieme agli apostoli e ad alcune donne nel cenacolo, “c’era anche Maria, la Madre di Gesù” (At 1,14). Giovanni Paolo II ricorda che pregando con il Rosario “diventa naturale portare a questo incontro con la santa umanità del Redentore i tanti problemi, assilli, fatiche e progetti che segnano la nostra vita. Misura: 10x15 cm. E come nei Sacramenti le realtà materiali sono indissociabili dalle parole, così nel Rosario la preghiera vocale e la contemplazione del mistero formano un tutt’uno indivisibile. Bello è anche estendere il significato simbolico della corona al nostro rapporto reciproco, ricordando con essa il vincolo di comunione e di fraternità che tutti ci lega in Cristo” (Rosarium Virginis Mariae, 36). È proprio per incoraggiare questa proiezione ecclesiale del Rosario che la Chiesa ha voluto arricchirlo di sante indulgenze per chi lo recita con le debite disposizioni. Ad esso fa seguito l’esercito celeste irrompe sulla terra per cantare l’inno di gloria. Se mancasse, si avrebbe la recita di tanti Pater e Ave, preghiere senza dubbio eccellenti, ma non si avrebbe il Rosario. La Chiesa aiuta i credenti a pregare in questo modo soprattutto nelle Litanie dei Santi quando dice: “Per la sua venuta, liberarci o Signore; per la sua nascita…; per la sua passione e morte; per la sua risurrezione; per la sua ascensione, per la missione dello Spirito Santo…”. Noi possiamo appropriarci delle grazie che Cristo ci ha meritato con le sue azioni. Per alimentare la pietà mariana e diffondere la devozione al santo Rosario, scrive «I quindici Sabati in onore della Vergine del Rosario» (1877) e nel 1894 dà inizio alla pubblicazione del periodico «Il Rosario e la Nuova Pompei». Ma la loro soddisfazione non è secondo il volere di Cristo. La Casa per Ferie Regina del Santo Rosario è una struttura religiosa che accoglie persone da tutto il mondo, laiche e religiose, che vogliono trovare un ambiente tranquillo. Questa rubrica è in collaborazione con il mio mitico vicino di casa: Rosario ; che ci apre le porte della sua cucina. Testata registrata al Tribunale di S.M. Le condizioni per l’indulgenza plenaria sono: Ma tra tutte le invenzioni di Dio, tre sono così grandi e sbalorditive da togliere addirittura il fiato: la sua incarnazione, la maternità divina di Maria, i sacramenti e tra tutti in particolare quello dell’Eucaristia. San Vincenzo de’ Paoli afferma che “dopo la Messa, la devozione al Rosario ha fatto scendere nelle anime più grazie che tutte le altre devozioni, e con le sue Ave Maria compie più miracoli di ogni altra preghiera”. Nel mistero in cui contempliamo Cristo che espia l’orgoglio umano (terzo doloroso) egli vuole comunicarci qualche cosa della sua umiltà. Video: Santo Rosario meditato con la Madonna di Medjugorje – Misteri Dolorosi (Martedì e Venerdì) September 27, 2019 September 27, 2019 This video was posted on Youtube with the term Medjugorje, and then automatically shared here in our news source about Medjugorje. 5) se manca la piena disposizione o non sono poste le predette tre condizioni, l’indulgenza è solamente parziale; Nei misteri dolorosi un angelo conforta Gesù nella sua lotta nell’orto degli olivi. Ma il rosario, come tutte le preghiere, suppone che ci fermiamo davvero, che smettiamo di correre per stare con Dio. Da Dio viene comunicata a Cristo, da Cristo alla Vergine e dalla Vergine a noi’. Davide si sente indegno di narrarle. Torneremo più avanti sulla preziosità del pregare con Maria. Sentivami scoppiare il cuore. Lo stesso autore riferisce un altro fatto avvenuto nel 1251, riguardante un giovane del Brabante impegnato a recitare ogni giorno, per tre volte, cinquanta Ave Maria: caduto malato, fu ben presto risanato per intercessione della Beata Vergine, come premio a quella sua devozione. Fece pubblicare il catechismo, il breviario e il messale voluti dal concilio. Volsi gli occhi in giro; nessun’ombra di anima viva. VERE E FALSE DEVOZIONI? Riprova. In Paradiso, quando finalmente apriremo gli occhi sull’amore di Dio, non finiremo mai di dire grazie. Bernardino da Siena afferma: ‘Ogni grazia, che si dona su questa terra, passa per tre ordini successivi. Di fronte a Cristo, Dio e uomo, di fronte a Maria, Madre di Dio, e di fronte al SS. Questi è quell’apostolo del salterio cui la Vergine diede il mandato e la forma di predicarlo, e veramente lo predicò e distribuì dei salteri in pubblico alle persone di somma, infima e media condizione di modo che con l’uso del salterio irrobustisse la religione cristiana, la difendesse, accendesse la pietà e propagasse la Chiesa”. Vi proponiamo anche un video audio per comprendere al meglio alcuni passaggi che reputiamo fondamentali. Meravigliosa nella sua semplicità e nella sua profondità. Scrive Giovanni Paolo II: “Tra i Papi più recenti che, in epoca conciliare, si sono distinti nella promozione del Rosario desidero ricordare il Beato Giovanni XXIII e soprattutto Paolo VI, che nell’Esortazione apostolica Marialis cultus sottolineò, in armonia con l’ispirazione del Concilio Ecumenico Vaticano II, il carattere evangelico del Rosario ed il suo orientamento cristologico. Come una foglia che viene portata via dalla corrente del fiume, così essi rischiano di vivere senza saperne il perché e del tutto incuranti del loro destino eterno. Io stesso, poi, non ho tralasciato occasione per esortare alla frequente recita del Rosario” (Rosarium Virginis Mariae, 3). Molti entrano nell’Ordine “per speciale devozione e ispirazione della Beata Vergine”. Divisai quindi, per venire a capo, che il primo passo per cattivarmi gli animi dovesse essere la fondazione di una confraternita del Rosario». Dice Giovanni Paolo II: “Strumento tradizionale per la recita del Rosario è la corona. È sufficiente ricordare un passo molto bello dell’enciclica Mistici Corporis: “Questa amantissima conoscenza, con la quale il Divin Redentore ci ha seguiti fin dal primo istante della sua incarnazione, supera ogni capacità della mente umana, giacché per quella visione beatifica di cui godeva fin dal momento in cui fu ricevuto nel seno della Madre divina, Egli ha costantemente e perfettamente presenti tutte le membra del Corpo Mistico e le abbraccia col suo salvifico amore! Alain de la Roche (1428-1475) fu un domenicano bretone (Francia settentrionale), della congregazione riformata di Olanda Sarà talora uno sguardo interrogativo, come nell’episodio dello smarrimento nel tempio: «Figlio, perché ci hai fatto così?» (Lc 2,48); sarà in ogni caso uno sguardo penetrante, capace di leggere nell’intimo di Gesù, fino a percepirne i sentimenti nascosti e a indovinarne le scelte, come a Cana (cfr Gv 2,5); altre volte sarà uno sguardo addolorato, soprattutto sotto la croce, dove sarà ancora, in certo senso, lo sguardo della ‘partoriente’, giacché Maria non si limiterà a condividere la passione e la morte dell’Unigenito, ma accoglierà il nuovo figlio a Lei consegnato nel discepolo prediletto (cfr Gv 19,26-27); nel mattino di Pasqua sarà uno sguardo radioso per la gioia della risurrezione e, infine, uno sguardo ardente per l’effusione dello Spirito nel giorno di Pentecoste (cfr At 1,14)” (Rosarium Virginis Mariae, 10). E di notte mentre pregava, si commuoveva tanto, da prorompere in gemiti e pianti… Quel giorno il Papa pronunciò un discorso al Sacro Collegio e […].

Carrozzina Bambole Chicco Capri, Carrozzina Bambole Chicco Capri, Matrix Amazon Prime, Penna Parker Oro Valore, Piatti Tipici Delle Marche, Antonio De Marco Killer, Fabbrica Della Carta Di Fabriano, Gatto Del Bengala Allevamento, Indriðason Ultimo Libro, Gv 1 1-18 Commento Papa Francesco, Sim Not Provisioned Significato,

facebookgoogle_pluspinterest

Commenti

commenti